Statistiche Web

Economia e Lavoro 15-01-2019

Ecco la nuova continuitą territoriale

Air Italy rimane fuori dalle rotte in continuitą

Portata a termine la gara sulla continuità territoriale aerea per la Sardegna, dopo una trattativa lunga e complessa con la Commissione Europea. Il risultato per l'isola è di quasi 3,7 milioni di posti complessivi, il 49% in più del vecchio sistema.

Più voli, tariffe sostanzialmente invariate, agevolazioni per diversamente abili, studenti, giovani e ultra 70enni, penali cambio biglietto non residenti, sempre tariffe di maggior favore anche nel caso in cui le compagnie promuovano eventuali promozioni per non residenti.

L'assessore dei Trasporti, Carlo Careddu, nell'apprendere gli esiti dell'apertura odierna delle buste con l'offerta economica del bando di gara sulla continuità territoriale aerea. "Nel prendere atto dei risultati, ancorché provvisori, della Commissione di gara della Regione – continua Careddu – siamo altresì consapevoli della manifestazione del disimpegno di Air Italy: ci spiace constatare dai risultati oggettivi delle offerte economiche che la compagnia nata a Olbia non sembra voglia proseguire il suo impegno sul mercato isolano. È una considerazione amara, soprattutto alla luce delle imponenti energie messe in campo da Regione e ministero per salvare la ex Meridiana e delle costanti richieste avanzate ai vertici del vettore di dare seguito con iniziative concrete a investimenti con ricadute tangibili per l'economia della Sardegna. Tutto questo non solo non è stato fatto, ma in più oggi dobbiamo assistere anche all'abbandono della gestione della continuità territoriale. Attendiamo ora i risultati definitivi del lavoro della commissione di gara sicuri che il prossimo aggiudicatario del servizio saprà gestire i collegamenti a tariffe agevolate da e per la Sardegna nel rispetto delle esigenze di mobilità dei sardi e nell'esclusivo interesse dell'utenza".

Stamattina, dalle 10,45 alle 11,15, si è tenuta la seduta della commissione di gara che ha aperto e valutato le offerte economiche per le rotte in continuità territoriale aerea e ha riepilogato il punteggio assegnato per l'offerta tecnica.

Lo schema della nuova continuità territoriale aerea è stato approvato il 19 luglio scorso dalla Giunta. L'esecutivo aveva dato il via libera al documento tecnico, varato il 12 luglio scorso dalla Conferenza dei servizi.

Il 24 luglio la Giunta approva definitivamente il progetto di continuità territoriale aerea per la Sardegna dopo aver preso atto del parere favorevole della Commissione IV del Consiglio regionale.

L'8 agosto il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli firma il decreto di imposizione degli oneri di servizio pubblico per le rotte da e per Cagliari, Olbia e Alghero e gli aeroporti di Fiumicino e di Linate.

L'8 ottobre la Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea pubblica i bandi per la continuità territoriale aerea della Sardegna. In base all'articolo 17 del regolamento Comunitario 1008/2008, dall'8 ottobre sono decorsi i due mesi entro i quali le compagnie aeree interessate hanno potuto presentare le offerte all'assessorato dei Trasporti per operare sulle rotte soggette a oneri di servizio, scaduti ieri.

Nuovo sistema sino al 2022. Il periodo di validità del nuovo sistema di continuità territoriale va dal 17 aprile 2019 sino al successivo triennio. Dalla pubblicazione del bando è necessario attendere sei mesi entro i quali una compagnia aerea può accettare gli oneri di servizio anche senza compensazione economica che, complessivamente, è stimata in 123milioni di euro per il triennio 2019/2022. Trascorsi i sei mesi pertanto si procederà all'aggiudicazione definitiva del bando fatto salvo il buon esito della gara.

I numeri. Si passa da 2.461.900 posti offerti annui con l'attuale sistema - regolato dal decreto ministeriale 61 del 21 febbraio 2013 - a 3.672.532. L'incremento complessivo di capienza è dunque del 49%.

Saranno complessivamente 21.646 i voli richiesti sulle sei rotte aeree da e per l'isola sottoposte a oneri di servizio. L'incremento in questo caso è del 12%, con un aumento di 2398 collegamenti rispetto ai 19.248 previsti attualmente.

Al netto degli adeguamenti obbligatori legati all'oscillazione dei costi del carburante, le tariffe per i residenti non cambiano: 40 euro più le tasse per le rotte su Fiumicino e 49 euro più le tasse per Linate. Per tutti gli altri viaggiatori potranno essere aumentate non oltre il doppio del costo (tasse escluse da 80 a 98 euro) nel periodo 1 ottobre – 31 maggio e non oltre il triplo (tasse escluse, da 120 a 147 euro) nel periodo 1 giugno – 30 settembre.

Sono equiparati ai residenti in Sardegna anche i diversamente abili con percentuale pari o superiore all'80%, gli studenti universitari fino al compimento del 27esimo anno di età, i giovani dai 2 ai 21 anni, viaggiatrici e viaggiatori sopra i 70.

Penali cambio biglietto non residenti. Per evitare prenotazioni fasulle o doppie si applicherà una penale al cambio biglietto per i non residenti dopo le 72 ore precedenti la partenza. Decorso tale termine, la modifica data, ora e itinerario e la richiesta di rimborso saranno possibili dietro pagamento di una penale corrispondente alla metà della tariffa.

Nel caso in cui le compagnie promuovessero eventuali tariffe speciali per passeggeri non residenti di maggior favore rispetto a quelle per i passeggeri residenti, tali tariffe speciali dovranno essere applicate anche ai passeggeri residenti.

Posti riservati per ragioni sanitarie. Fino alle 48 ore precedenti alla partenza, sul primo volo in uscita e sull'ultimo di rientro nell'isola, sono riservati due posti per emergenze sanitarie.

Il progetto varato dalla Giunta prevede la possibilità di modifica delle condizioni in corso d'opera. Qualora, dall'esame dei dati a consuntivo, si prospettino scostamenti dei volumi di traffico imprevedibili, in eccesso o in difetto, superiori al 5% rispetto a quelli stabiliti, riconducibili a cause strutturali come crisi settoriale, squilibri di mercato o modifiche dell'offerta complessiva del settore, la Regione o il vettore hanno la possibilità di presentare istanza di verifica delle condizioni di equilibrio economico-finanziario.

 

Ultimo aggiornamento: 15-01-2019 19:45


Cronaca 19-02-2019

Vertenza latte: Terzo giorno di tregua: 80 centesimi subito, ma obiettivo un euro

Cronaca 19-02-2019

Cagliari. In carcere per maltrattamenti in famiglia

Scienza e Tecnologia 19-02-2019

Villasimius: unica in Italia, nasce la prima pista ciclopedonale solare

Economia e Lavoro 19-02-2019

Ricerca e libertą, l'Universitą di Cagliari in prima linea