Statistiche Web

Cronaca 16-04-2018

Proposta del Comitato NonucleNoscorie. “sa die de sa Sardigna” sia una nonucle-die

Il Comitadu NonucleNoscorie ha proposto di dedicare il 28 aprile, Die de sa Sardigna,come giornata di nonucle-die, per sottolineare la volontà di allontanare dalla nostra terra il pericolo di deposito scorie nuclerari.

Il Comitadu NonucleNoscorie ha proposto di dedicare il 28 aprile, Die de sa Sardigna,alla tutela della volontà di indisponibilità espressa dal popolo sardo, in merito alla possibile individuazione della Sardegna come sito per la localizzazione del deposito unico per le scorie radioattive e chiede a tutto il popolo sardo che  Sa die de sa sardigna sia una nonucle-die , che il ricordo della cacciata degli invasori piemontesi sia  un monito e un atto di cacciata del pericolo nucleare.


Di chiedere a tutti gli organizzatori di eventi per sa Die de sa Sardigna, l’esposizione della bandiera Nonucle-Noscorie vicino alla bandiera nazionale sarda e il permesso di presentare l’iniziativa del comitato ai partecipanti all’evento.


Per l’occasione sarà distribuito un volantino informativo in merito all’iniziativa del comitato e alle novità sulla procedura di individuazione dei siti idonei alla localizzazione del Deposito Unico delle scorie radioattive.


Saranno proposte anche altre iniziative di sensibilizzazione, tra le quali la possibilità di esporre, nello stadio Arena-Sardegna, almeno 50 bandiere nonucle-noscorie in occasione di una importante partita del Cagliari.

Ultimo aggiornamento: 16-04-2018 10:34


Cronaca 20-06-2018

Maturità 2018. Studenti a lavoro per la prima prova: Bassani, De Gasperi e Aldo Moro, la Costituzione e il tema della solitudine, queste le tracce ministeriali

Cronaca 19-06-2018

Guspini. Rifiuti speciali pericolosi non autorizzati, azienda sotto sequestro

Cronaca 20-06-2018

Caso Tirrenia: la Regione interviene su prezzi dei biglietti e sede della società

Economia e Lavoro 18-06-2018

A Cagliari una tappa della settimana "Italia-Cina", dedicata alla Scienza, alla Fisica e alla tecnologia