Statistiche Web

Cronaca 11-04-2018

A Cagliari "un orto elfico" con i bambini della scuola dell'infanzia

All’orto botanico dell’Università di Cagliari nasce “l’orto elfico”, realizzato dai bambini della scuola dell’infanzia “Satta”: i piccoli alunni imparano il ciclo della vita delle piante e un rapporto sostenibile e rispettoso con l’ambiente

E’ nato ufficialmente all’inizio dell’anno scolastico e i primi frutti iniziano a vedersi in questi giorni: è uno speciale spazio – ritagliato dentro la splendida cornice dell’Orto Botanico dell’Università di Cagliari – riservato ai bambini della Scuola dell’infanzia Satta (di via Angioy a Cagliari).


L’iniziativa si colloca all’interno del progetto “La scuola degli elfi”, dove è previsto che una parte delle attività didattiche si svolga all’aria aperta.
In una piccola area dell’Orto Botanico gli alunni stanno imparando a prendersi cura delle principali specie orticole normalmente coltivate nelle nostre campagne, e solitamente sono abituati a vedere direttamente sulle loro tavole.


Il progetto è nato dalla collaborazione tra la “scuola elfica” e HBK – Hortus Botanicus Karalitanus, il Centro servizi che gestisce l’Orto Botanico dell’Ateneo: una volta al mese, accompagnati dalle loro insegnanti, i 25 bambini hanno appreso i primi rudimenti della messa a dimora e della coltivazione delle varie specie. L’area è stata appositamente preparata da Marco Atzori, giardiniere dell’Orto, e successivamente piantumata mostrando ai bambini come fare e coinvolgendoli in tutte le fasi.


“Proseguiamo sempre più determinati verso l’Orto vivo e condiviso – spiega il direttore di HBK, Gianluigi Bacchetta – mostrando ai bambini delle scuole il ciclo della vita delle piante e coinvolgendoli attivamente nella loro cura: in questo modo cresce in loro la coscienza della provenienza di ciò che mangiano tutti i giorni e imparano dal vivo anche un diverso rapporto, certamente più sostenibile e rispettoso, nei confronti dell’ambiente. Il tutto in perfetta sintonia con la scuola”.


L’iniziativa che ha coinvolto la classe delle maestre Cicci Della Calce e Simona Buzzi e i loro piccoli alunni si inserisce tra le attività che l’Orto Botanico dell’Università di Cagliari realizza quotidianamente, come l’ortoterapia condotta in collaborazione con altri istituti scolastici e con l’ANFAAS, come i laboratori sensoriali o le visite a tema: nel Giardino dei semplici, ad esempio, sono stati allestiti degli appositi percorsi per non vedenti (con cartelli in Braille) e per ipovedenti (con caratteri di dimensioni più grandi rispetto all’ordinario), e nei cinque ettari del polmone verde dell’Università sono disseminate anche le “librerie verdi”, realizzate dai giardinieri dell’Orto Botanico per accogliere libri che i visitatori possono leggere senza alcuna fretta durante la loro permanenza.


Il tempo trascorso all’aperto regala ai bambini esperienze che non possono essere riprodotte con facilità altrove. Sabato e domenica un nuovo appuntamento vedrà l’Orto Botanico dell’Università di Cagliari ancora protagonista: la manifestazione “I Giardini storici di Sardegna” farà infatti tappa negli spazi di viale Sant’Ignazio. Anche in quell’occasione, in particolare domenica mattina, si parlerà dell’orto elfico r che potrà essere visitato da tutti.


Ultimo aggiornamento: 11-04-2018 10:57


Economia e Lavoro 21-04-2018

La Regione solidalizza con Ottana e dà le prime risposte alla crisi industriale

Cronaca 20-04-2018

Imbarcazione con 5 migranti recuperata al largo di Sant'Antioco

Economia e Lavoro 21-04-2018

Regione. Pronti i primi concorsi interni

Scienza e Tecnologia 18-04-2018

All'Istituto Giua di Cagliari il primo premio nella gara nazionale per la Macchina di Turing