Statistiche Web

Cronaca 11-03-2018

Primo espianto di organi all''Ospedale Nostra Signora di Bonaria di San Gavino

Primo espianto di organi nell'ospedale Nostra Signora di Bonaria di San Gavino. Il delicato intervento si è svolto grazie alla collaborazione tra il personale medico e sanitario dell’Ospedale Nostra Signora di Bonaria e dell’ATS AO del Brotzu di Cagliari.

Primo espianto di fegato nella notte all'ospedale Nostra Signora di Bonaria di San Gavino Monreale. Ad eseguire l'intervento è stata un'equipe del centro trapianti dell'Azienda ospedaliera Brotzu, con la collaborazione del personale dell'unità operativa di Anestesia e Rianimazione e del blocco operatorio dell'ospedale di San Gavino e di un neurofisiopatologo e un tecnico di neurofisiopatologia arrivati dalla Ats-Assl Cagliari.

Il donatore è una signora di 73 anni. L'accertamento di morte cerebrale è iniziato alle 12 e si è concluso intorno alle 18 di ieri. I familiari, convivente e il fratello, hanno immediatamente rilasciato il consenso alla donazione. “Siamo soddisfatti che si possa aver dato corso a un atto di volontà e generosità di questo tipo”, ha commentato il direttore di Ats Assl Sanluri. “La direzione medica ringrazia la supervisione del Centro Regionale Trapianti e tutto il personale del presidio ospedaliero che ha collaborato e in particolare la Coordinatrice locale trapianti dott.ssa Manuela Manno, gli operatori sanitari dell'unità operativa di Anestesia e Rianimazione e del blocco operatorio”, ha affermato Michele Dentamaro, direttore sanitario dell'ospedale Nostra Signora di Bonaria.

Ultimo aggiornamento: 11-03-2018 18:20


Economia e Lavoro 08-08-2018

Turismo e artigianato: 1 impresa su 5 coinvolta nel mercato regionale dello svago e relax

Cronaca 08-08-2018

Per Ferragosto 3bMeteo assicura che in Sardegna ci sarà ancora tempo instabile e soleggiato

Costume 08-08-2018

Consumi: in Italia più di 2 ore al giorno a tavola e a bere, secondo paese in Ocse

Cronaca 08-08-2018

Siniscola. I carabinieri trovano 40enne con una bottiglia piena di sabbia: multato per oltre 1.000€