Statistiche Web

Cronaca 07-03-2018

Omicidio di Orune: ipotesi di favoreggiamento per oltre 30 persone

La Procura di Nuoro ha notificto oltre trenta avvisi per favoreggiamento nei confronti di persone collegate al Comitato per la festa di "Cortes Apertas". Avrebbero omesso di raccontare particolari in merito alla rissa del 14 dicembre 2014, favorendo,così, la posizione di Cubeddu e Pinna.

Sono oltre trenta le persone accusate di favoreggiamento in merito all'omicidio di del dicianovenne di Orune. Le stesse persone che nella sera tra il 13 e il 14 dicembre 2014 erano nella sala da ballo del paese mentre era in corso la festa per “Cortes Apertas”, luogo della rissa collegata all'omicidio di Gianluca Monni, lo studente ucciso ad Orune mentre aspettava il bus per andare a scuola l'8 maggio 2015.

L'ipotesi di reato per tutti è favoreggiamento: avrebbero omesso particolari agli inquirenti durante gli interrogatori, su come sono andate le cose quella sera, aiutando quindi Paolo Enrico Pinna, 19 anni di Nule - condannato in primo e in secondo grado a 20 anni di reclusione per l'omicidio dello studente e per quello di Stefano Masala, scomparso la sera prima dell'omicidio e mai rientrato a casa - e Alberto Cubeddu, 22anni di Ozieri, a processo a Nuoro per i due omicidi.

Gli indagati sarebbero i componenti del comitato del Carmelo che ha organizzato la festa.
Riprende domani, alla Corte d'assise di Nuoro, il processo che vede imputato Alberto Cubeddu, accusato di essere coinvolto negli omicidi di Gianluca Monni e Sefano Masala.

Ultimo aggiornamento: 07-03-2018 11:21


Cronaca 24-05-2018

Scoperta una frode da 16 milioni di euro. Nei guai due società del settore delle energie alternative

Politica 24-05-2018

Un piano per riqualificare Santa Gilla-San Paolo e Sant’Avendrace: lavori chiusi entro il 2021

Cronaca 24-05-2018

Orani. Forza un posto di blocco: arrestato un 26enne.

Cronaca 24-05-2018

Cagliari. Niente più alcolici dalle dieci della sera: un'ordinanza ne vieta l'asporto e il consumo in strada