Statistiche Web

Cronaca 12-02-2018

Villacidro: solidarietà alla Sindaca per l'atto intimidatorio

Secondo atto intimidatorio ai danni della Sindaca Marta Cabriolu, nel maggio 2017 il primo. Ieri notte, poco dopo le 22.00, la sua Ford Fiesta è stata incendiata. Fortunatamente, grazie ad una passante che ha dato l’allarme, l’incendio è stato subito domato.

L’auto del primo cittadino era parcheggiata nelle vicinanze dell’abitazione e ha subito danneggiamenti alla ruota e al vano motore. I Carabinieri hanno recuperato i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona. L’ipotesi più accredita è che l’atto sia legato all’attività amministrativa della Sindaca che non si arrende e va avanti e ritorna sulla problematica degli atti intimidatori ai sindaci sardi “lasciati soli” dallo Stato centrale. Solidarietà è stata espressa dal presidente del Consiglio regionale, Gianfranco Ganau “Esprimo tutta la mia solidarietà e quella dell'Assemblea sarda che rappresento alla sindaca di Villacidro. Condanniamo con fermezza quanto accaduto, ribadendo ancora una volta la necessità di definire al più presto un intervento organico per garantire la sicurezza nei territori, così come anticipato dal ministro Minniti qualche settimana fa durante l'incontro a Nuoro con una delegazione di sindaci, vittime di attentati. Va definita al più presto la proposta avanzata di definire dei piani territoriali per la sicurezza, piani che andranno concordati con i territori che troveranno le soluzioni migliori per rispondere in maniera efficace alla recrudescenza del fenomeno degli attentati contro gli amministratori pubblici, ma più in generale per governare con maggiore sicurezza tutto il sistema sociale dell'isola”. Parole di sostegno anche dal presidente di ANCI Sardegna “esprimiamo tutta la nostra preoccupazione augurandoci che le indagini svolte dalle forze dell'ordine, prima o poi, assicurino qualcuno di questi delinquenti alla giustizia. Servono fortissimi interventi sulla prevenzione con sistemi moderni di videosorveglianza per i quali la Regione sta stanziando i finanziamenti necessari, ma che richiedono una velocizzazione delle procedure. Serve più presenza di forze dell'ordine sul territorio per supportare meglio le azioni di un pezzo fondante della Repubblica: i Comuni e i Sindaci che li amministrano. Ma servono su tutto il territorio Regionale e su quello del Medio Campidano in particolare, colpito dalla crisi in maniera fortissima, interventi di rilancio dello sviluppo, dell'occupazione e di contrasto alla povertà: bisogna togliere "consenso sociale" ai pochi delinquenti che infestano le nostre comunità”.

Ultimo aggiornamento: 12-02-2018 14:35


Economia e Lavoro 21-04-2018

La Regione solidalizza con Ottana e dà le prime risposte alla crisi industriale

Cronaca 20-04-2018

Imbarcazione con 5 migranti recuperata al largo di Sant'Antioco

Economia e Lavoro 21-04-2018

Regione. Pronti i primi concorsi interni

Scienza e Tecnologia 18-04-2018

All'Istituto Giua di Cagliari il primo premio nella gara nazionale per la Macchina di Turing