Statistiche Web

Cronaca 08-02-2018

Convocato il primo tavolo dell'Osservatorio Regionale sulla dispersione scolastica. Pigliaru a Roma dalla Ministra Fedeli

╚ stato convocato per oggi il primo tavolo dell'Osservatorio regionale sulla dispersione scolastica: nella sala ex CREL di via Roma a Cagliari si sono riuniti questa mattina gli assessori della Pubblica Istruzione e del Lavoro Giuseppe Dessena e Virginia Mura, Francesco Feliziani per l'Ufficio scolastico regionale (USR), i rappresentanti dell'Anp (associazione nazionale presidi), dell'Anci, della Cgil Cisl e Uil comparto scuola, e il prorettore dell'UniversitÓ di Cagliari Efisio Putzu.

L'Osservatorio è uno degli strumenti attraverso i quali si vuole ridurre il tasso di dispersione scolastica, migliorare le competenze e potenziare l'offerta formativa per gli studenti. L'attività dell'Osservatorio è stata pensata per tavoli tematici che si riuniranno per migliorare i processi connessi sia all'istruzione che alla formazione e creare in questo modo politiche efficaci, monitorare con precisione le dinamiche dei percorsi di studio e formativi, integrare le politiche dell'istruzione con quelle della formazione tecnica e professionale. "Oggi abbiamo dato vita a un altro importante pezzo della filiera dell'istruzione e della lotta alla dispersione scolastica – ha detto l'assessore Dessena –, l'Osservatorio è uno strumento interistituzionale che servirà a monitorare il percorso di studio di ogni singolo studente e aiuterà a capirne difficoltà e problematiche. I dati rilevati aiuteranno noi amministratori nel pensare e nel mettere in campo politiche mirate delle quali gli studenti possano beneficiare, perché il loro percorso di studi sia completo e li renda competitivi nel mondo del lavoro. L'Osservatorio sarà inoltre uno strumento aggiuntivo che andrà anche a qualificare ulteriormente il grande lavoro che si sta portando avanti attraverso i programmi di Iscol@ e Tutti a Iscol@". Il primo Tavolo creato è stato quello dell'IEFP (Istruzione e formazione professionale). "Un tavolo assolutamente prioritario – ha commentato l'assessora Virginia Mura – che servirà a creare sinergia tra l'istruzione e la formazione, rispondendo a criteri ministeriali, e a garantire una offerta formativa che sia articolata e soddisfacente anche con le esigenze dei territori. L'istruzione e la formazione professionale sono due canali attraverso i quali lo stato riconosce l'assolvimento dell'obbligo formativo con pari dignità. È inoltre necessaria la massima condivisione dei dati reperiti, tra Miur e Regione, per una programmazione quanto più efficace sul territorio regionale".
Sullo stesso argomento il presidente della Regione Francesco Pigliaru ha incontrato ieri sera a Roma la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli. Al centro della riunione, negli uffici del MIUR, è stato il tema della dispersione scolastica. "Lavoriamo per unire le forze in questa battaglia di primaria importanza - ha spiegato il presidente Pigliaru al termine dell'incontro -, e siamo d'accordo sulla necessità di avviare tra Regione e Ministero una collaborazione specifica sul fronte della condivisione dei dati. L'obiettivo è tracciare una mappatura il più possibile capillare e completa - ha sottolineato -, così da poter definire azioni sempre più mirate. Per questo abbiamo chiesto di poter lavorare su dati  precisi come quelli contenuti nell'Anagrafe degli Studenti del MIUR, uno strumento prezioso che, messo a nostra disposizione, ci consentirebbe di rendere efficaci al massimo  le nostre politiche contro la dispersione scolastica. Gli uffici della Regione sono già  al lavoro - ha concluso Francesco Pigliaru -, per definire procedure, modalità e tempi con gli uffici del Ministero."

Ultimo aggiornamento: 08-02-2018 12:17


Cronaca 16-10-2018

Capoterra. Incidente sul lavoro: ferito un operaio di Quartu

Cronaca 15-10-2018

Contolli antidroga e sicurezza: i Carabinieri arrestano due gambiani nel corso del weekend

Cronaca 15-10-2018

Valledoria, tre condanne da 15mila euro per furto d'acqua

Spettacolo e Cultura 16-10-2018

Approda in Sardegna la terza edizione del Festival Internazionale della letteratura di viaggio